Primi effetti dell’acquisizione di Acegas-Aps. Hera trasferisce la sede legale di Hera Trading a Trieste.

Posted on 26 febbraio 2013 di

0


I primi effetti dell’integrazione fra Hera e Acegas-Aps cominciano a emergere. La sede legale di Hera Trading, la controllata del Gruppo emiliano-romagnolo, attiva nel trading di energia è stata trasferita da Imola a Trieste.

Viste le attività dell’azienda, la mossa era quasi scontata. Hera Trading, infatti, opera come operatore all’ingrosso sui mercati di energia elettrica e gas, ha il compito di approvvigionare sui mercati le commodity vendute dalle società del Gruppo, opera sulla borsa elettrica e del gas per gestire le fluttuazioni dei prezzi e gestisce l’energia prodotta dagli impianti di generazione e cogenerazione di Hera.

E’, inoltre, titolare di capacità di trasporto di breve e di lungo periodo sui metanodotti Tag e Transitgas per l’import di gas dall’hub austriaco di Baumgarten e dagli hub nordeuropei presenti in Olanda e Germania.

Il trasferimento servirà ad integrare operativamente le attività di generazione posseduta da Acegas-Aps, a fare economie di scala sugli approvvigionamenti e a integrare le future interconnessioni con la Slovenia che saranno attivate dalla controllata triestina. Ma anche a gestire al meglio le attività della joint-venture siglata lo scorso anno fra Acegas-Aps e Italgas (controllata da Snam) al fine di sviluppare le attività nella distribuzione del gas naturale nelle province di Padova, Pordenone, Trieste e Gorizia.

Magari sarà pesato anche il fatto che Hera Trading è la terza società del Gruppo Hera per fatturato e il passaggio della sede in Friuli Venezia Giulia, regione a statuto speciale, dovrebbe portare un discreto beneficio fiscale al Gruppo e a un trasferimento di circa 15-17 milioni di euro l’anno dalle casse della regione Emilia Romagna a quelle della regione del nord-est.

Annunci