I destini di Edison e A2A rimandati a settembre

Posted on 28 giugno 2011 di

0


Se ne parlerà a fine anno, con’anticipazione a settembre. I destini di A2A ed Edison, legati a doppio filo si scioglieranno con il nuovo piano industriale (che sarà contestuale al riassetto) di Edison.

Al momento i negoziati fra A2A e Edf sembrano essere giunti a buon punto ma le manovre sono ferme in attesa che la nuova giunta comunale di Milano esamini il dossier. L’accordo di massima, sarebbe per un’uscita (o quanto meno un ridimensionamento) da parte di A2A che cederebbe il controllo ai francesi in cambio di un diritto di veto in alcune decisioni strategiche, alcuni asset idroelettrici (si parla di Edipower) e altri nelle rinnovabili. Ai francesi andrebbe almeno il 60% dell’azionariato (e forse potrebbero essere costretti ad un Opa obbligatoria sul flottante). Probabile anche che il nuovo AD post riassetto possa essere di nomina condivisa fra i due azionisti.

Il piano sembra essere studiato per fare contenti tutti. Edf finalmente si libererà dell’ingombrante socio italiano stabilendo un forte presidio commerciale in Italia (in linea con la strategia di cui parlavamo qui). L’italianità dell’azienda (forte vincolo “politico” delle scorse settimane) verrebbe meno ma come contrappeso ci sarebbe un discreto rafforzamento di A2A sulla generazione e sulle energie rinnovabili (tema caro alla giunta di centrosinistra) che potrebbe compensare l’ormai abbandonato scenario nucleare.

E finalmente la soap operitalo-francese avrebbe un finale (dopo due anni che se ne parla).

Appuntamento a settembre.

 

 

Annunci
Messo il tag: , , , , ,