Al via il nuovo conto energia 2011-2013

Posted on 12 luglio 2010 di

1


Alla fine hanno tutti tirato un sospiro di sollievo. Il nuovo Conto Energia per il triennio 2011-2013 è stato meno penalizzante del previsto e gli investimenti nel business dell’energia solare dovrebbero continuare a ritmo sostenuto.

Le nuove previsioni normative hanno introdotto alcune novità. Innanzitutto la suddivisione per classi dell’incentivo (con un taglio proporzionalmente più sostenuto, rispetto alle vecchie tariffe, all’aumentare della classe):

  • da 1 a 3 KW;
  • da 3 a 20 KW;
  • da 20 a 200 KW;
  • da 200 a 1000 KW;
  • dai 1000 KW a 5 mila KW;
  • oltre 5 mila KW

Nel 2011 ci saranno tre cali quadrimestrali delle tariffe del 6% ognuno e nel 2012 e 2013 ci sarà un solo calo annuale (sempre del 6%).  La potenza incentivabile arriverà a 3.000 MW e a questi si aggiungeranno 200 MW per il solare a concentrazione e 300 MW per impianti “integrati con caratteristiche innovative”.  Sempre in riferimento agli impianti, ora la distinzione è fra “impianti realizzati su edifici” e “altri impianti” e sono previsti dei “premi” del 5% se gli stessi sorgono su superfici particolari (discariche, cave, siti da bonificare, ecc..) o se vanno a sostituire coperture in eternit.

La tariffa viene garantita per 20 anni dal momento dell’enetrata in esercizio dell’impianto.

Da segnalare che il nuovo Conto Energia è stato emanato in contemporanea con l’approvazione da parte della Conferenza Stato-Regioni delle “Linee guida nazionali per gli investimenti nell’energia verde” che prevede un procedimento unico di autorizzazione e una procedura semplificata (denuncia d’inizio attività e attività edilizia libera) per alcuni tipi di impianti. Le linee guida prevendono, inoltre, dei criteri per l’installazione dei vari impianti volti a ridurne l’impatto sul paesaggio (argomento particolarmente sentito per l’eolico).

Annunci