Il risiko dell’acqua: Veolia cerca partner in Italia e Vendola vuole togliere Acquedotto Pugliese dal mercato

Posted on 14 giugno 2010 di

0


Il business dell’acqua sta movimentando il risiko delle utilities di questi giorni. Dopo l’accordo IrideF2i e la conseguente uscita di Veolia da Mediterranea delle acque, le nuove notizie riguardano proprio i fancesi di Veolia e Acquedotto Pugliese.

Veolia pare intenzionata a proseguire il suo piano di espansione nel nostro Paese a prescindere dall’uscita da Mediterranea delle Acque. Stando alle dichiarazioni dell’A.d. dell’azienda, Jocelyn Gourlet, l’azienda ha tutta l’intenzione di partecipare alle gare per gli affidamenti magari con qualche partner locale. Ma non esclude neppure degli investimenti di tipo finanziario (leggasi acquisizioni di quote di società già operative) se gli consentiranno di assicurarsi la gestione operativa al fine di fare efficienza e quindi migliorare i margini. Ma come tutti gli stranieri che vogliono investire in Italia, lamenta la mancanza di un quadro regolatorio certo…

Acquedotto Pugliese sembra, invece, andare nella direzione opposta a quella del mercato. L’intenzione del Governatore di Regione Puglia, Vendola, è quello di ritrasformare AQP in un’azienda pubblica regionale e ha già avviato l’iter per il disegno di legge. In pratica l’azienda rimarrà la stessa ma ne verrà rivista la natura giuridica. Unico ostacolo: la necessità di acquistare il 13% di AQP in mano alla Regione Basilicata e per il quale è necessario sborsare 12,2 milioni di euro. Che ovviamente al momento non sono nelle disponibilità dell’amministrazione Vendola…

Annunci
Posted in: Acqua, Cessioni